Tensegrità Bologna

I Passi Magici di Carlos Castaneda


Domenica 19 Luglio – Tensegrità

passi magici di Carlos Castaneda, un metodo di espansione della consapevolezza nella tradizione degli antichi sciamani del Messico

  Domenica 19 luglio 2015

appuntamento alle 16,00 

Entrata Parco Talon Bologna

↓ 

7532028

Entrata Talon tra Via dei Bregoli e Via Panoramica

libellule

Condizioni climatiche permettendo praticheremo all’interno del Parco Talon, in caso di pioggia l’incontro verrà sospeso. Mezzo di trasporto autobus N° 20 – direzione Casalecchio – fermata Parco della Chiusa di Casalecchio o anche Parco  Talon. Per chi viene in auto l’entrata è dalla Via Panoramica venendo da Via Porrettana direzione Casalecchio. ATTENZIONE non parcheggiare l’auto in VIA PANORAMICA! I vigili fanno la multa! Parcheggiare invece in VIA FRANCESCO BARACCA nella parte più interna che si riconnette a   VIA ENRICO FERMI.

L’appuntamento è alle 16.00 all’entrata del Parco, esattamente tra Via dei Bregoli e Via Panoramica, in seguito per la pratica ci sposteremo all’interno di uno dei prati del parco. Abiti a strati e tappetino o altro per sedersi a terra. In luna nuova, praticheremo le tecniche dei passi magici,  intentando attraverso il movimento del nostro corpo fisico e di tutti i nostri campi energetici insieme, ciò che il nostro veggente interno dal silenzio interiore maggiormente sogna. Faremo una rivisitazione dei Passi Magici appresi durante l’inverno,  potranno essere praticati i passi magici “La Serie per preparare l’Intento”, “Saltare nell’abisso”,  “La Ruota del Tempo” e “Il Fuoco dal Profondo”, previste eventuali variazioni e o  ripasso di altre forme. Info Kilian

***

Introduzione alla Tensegrità

 

 


Marzo – Incontri di Tensegrità

10551693_486999901440023_8077903861990192528_o Per aiutare il discepolo a cancellare la sua storia personale, il guerriero-maestro gli insegna tre tecniche: la rinuncia all’importanza del sé, l’assunzione della responsabilità del proprio agire e l’impiego della morte come proprio consigliere. Senza i benefici effetti di queste tecniche, cancellare la storia personale renderebbe la persona ambigua, evasiva e inutilmente piena di dubbi su se stessa  e sulle proprie azioni. 

(145 La Ruota del tempo – C. C.)

 ***

Sabato 7, 14, 21, 28 marzo  h. 16 – 18  Palestra Il Fossolo Bologna

In questi Incontri potranno essere praticati i passi magici “La Serie per preparare l’Intento”, “Westwood”, “’Usted’ Form”, “La Sorgente”,  “Fuoco dall’Interno”, “La Predilezione di Amalia”, “Mappatura del Corpo Energetico, I Cancelli”.  Previste variazioni,  ripasso di altre forme, e pratica dell’agguato. Consigliati abiti comodi, calzettoni o scarpe per la palestra, penna e quaderno. Info Kilian
 ***
 Lei dichiarò che questi erano i preliminari obbligatori dell’arte dell’agguato che tutti i componenti del gruppo eseguirono come introduzione alle più complesse manovre dell’arte. A meno che i cacciatori non abbiano completato la parte iniziale per recuperare i filamenti lasciati nel mondo e in particolare per espellere quelli che gli altri gli hanno lasciato dentro, non v’è possibilità alcuna di regolare la follia controllata, perché quei filamenti estranei sono la base della propria infinita capacità di presunzione. ” ( Il Dono dell’Aquila – C. C. )
 ***
La Tensegrità è la versione rielaborata di alcuni movimenti chiamati passi magici che furono sviluppati dagli sciamani messicani fin da epoca precolombiana, un gruppo di uomini e donne veggenti che intraprese un viaggio per accrescere la conoscenza espandendo i limiti della percezione umana. Essi scoprirono tutta una vasta serie di posizioni corporee per ripristinare l’energia all’interno della sfera luminosa del corpo energetico, producendo nuovi e inconcepibili stati di benessere e consapevolezza. Carlos Castaneda, Taisha Abelar, Florinda Donner-Grau, e Carol Tiggs, insieme al suo gruppo e agli Istruttori di Cleargreen, crearono la Tensegrità. Una struttura energetica, sobria, fluida e dinamica, che racchiude ogni insegnamento ricevuto e si espande in ogni direzione. Non c’è più un lignaggio di un gruppo di guerrieri, ma moltissime e svariate persone, guerrieri di questa era moderna che continuano il viaggio verso la consapevolezza. Si può arrivare alla Tensegrità leggendo i libri, praticando i Passi Magici, frequentando i seminari e le lezioni degli Istruttori, frequentando gruppi di pratica, seguendo la libreria Cleargreen online, ed in altri modi. Tutti i passi magici descritti da Castaneda o dagli Istruttori sono efficaci, risvegliano l’energia dei tendini, il tendere e rilasciare, l’azione e l’abbandono, tensione ed integrità, ed ogni passo o forma ha uno specifico intento. Praticandoli si ridistribuisce l’energia nella sfera luminosa, si muove il punto di assemblaggio e possiamo percepire nuove informazioni e nuovi sogni, entrare nella seconda attenzione, migliorando noi stessi. I passi magici portano alla consapevolezza che ogni cosa, invece di essere una catena ininterrotta di oggetti è una corrente, un flusso. Siamo abituati a percepire nella vita quotidiana il mondo come qualcosa di scontato che si muove come si muove una catena ininterrotta di esseri con una consistenza materiale che ci sono, esistono, inspiegabilmente, senza connessione, e senza spiegazione. Viviamo immersi in un mondo di materia dove gli oggetti sono una catena ininterrotta che ha o, solo lo scopo di soddisfare le nostre esigenze o, non ha senso alcuno. La pratica dei passi magici ci porta alla consapevolezza non solo che non è così ma anche che sta cambiando il nostro modo di percepire. Non siamo circondati da una catena ininterrotta di oggetti in sè inspiegabile o insignificante. Questa percezione di un flusso o armonia tra gli esseri che compongono questo universo può essere un primo passo verso la seconda attenzione.
***
Chac-mool
***
– brochure  introduttiva ed esplicativa sulla pratica nei seminari e nei gruppi –

*  *  *  *  *  *  *  *

*  *  *  *  *  *  *  *

*  *  *  *  *  *  *  *


Gennaio – Incontri di Tensegrità

moth Le farfalle notturne sono state intime amiche e aiutanti degli stregoni da tempo immemorabile disse. ” ( Don Juan – C. C. )

Sabato 10, 17, 24, 31 gennaio  h. 16 – 18 presso la Palestra Il Fossolo Bologna

Praticheremo le tecniche dei passi magici, dell’agguato e del sognare, intentando attraverso il movimento del nostro corpo fisico e di tutti i nostri campi energetici insieme, ciò che dal silenzio maggiormente sogna il nostro cuore. In questi Incontri potranno essere praticati i passi magici “La Serie per preparare l’Intento”, “I Passi delle Donne”, “Mappare il Corpo Energetico: I Cancelli”, “Westwood”, “Intento Inflessibile”.  Previste variazioni,  ripasso di altre forme, e pratica dell’agguato. Consigliati abiti comodi, calzettoni o scarpe per la palestra, penna e quaderno. Info Kilian
 ***
La Tensegrità è la versione rielaborata di alcuni movimenti chiamati passi magici che furono sviluppati dagli sciamani messicani fin da epoca precolombiana, un gruppo di uomini e donne veggenti che intraprese un viaggio per accrescere la conoscenza espandendo i limiti della percezione umana. Essi scoprirono tutta una vasta serie di posizioni corporee per ripristinare l’energia all’interno della sfera luminosa del corpo energetico, producendo nuovi e inconcepibili stati di benessere e consapevolezza. Carlos Castaneda, Taisha Abelar, Florinda Donner-Grau, e Carol Tiggs, insieme al suo gruppo e agli Istruttori di Cleargreen, crearono la Tensegrità. Una struttura energetica, sobria, fluida e dinamica, che racchiude ogni insegnamento ricevuto e si espande in ogni direzione. Non c’è più un lignaggio di un gruppo di guerrieri, ma moltissime e svariate persone, guerrieri di questa era moderna che continuano il viaggio verso la consapevolezza. Si può arrivare alla Tensegrità leggendo i libri, praticando i Passi Magici, frequentando i seminari e le lezioni degli Istruttori, frequentando gruppi di pratica, seguendo la libreria Cleargreen online, ed in altri modi. Tutti i passi magici descritti da Castaneda o dagli Istruttori sono efficaci, risvegliano l’energia dei tendini, il tendere e rilasciare, l’azione e l’abbandono, tensione ed integrità, ed ogni passo o forma ha uno specifico intento. Praticandoli si ridistribuisce l’energia nella sfera luminosa, si muove il punto di assemblaggio e possiamo percepire nuove informazioni e nuovi sogni, entrare nella seconda attenzione, migliorando noi stessi.  I passi magici portano alla consapevolezza che ogni cosa, invece di essere una catena ininterrotta di oggetti è una corrente, un flusso. Siamo abituati a percepire nella vita quotidiana il mondo come qualcosa di scontato che si muove come si muove una catena ininterrotta di esseri con una consistenza materiale che ci sono, esistono, inspiegabilmente, senza connessione, e senza spiegazione. Viviamo immersi in un mondo di materia dove gli oggetti sono una catena ininterrotta che ha o, solo lo scopo di soddisfare le nostre esigenze o, non ha senso alcuno. La pratica dei passi magici ci porta alla consapevolezza non solo che non è così ma anche che sta cambiando il nostro modo di percepire. Non siamo circondati da una catena ininterrotta di oggetti in sè inspiegabile o insignificante. Questa percezione di un flusso o armonia tra gli esseri che compongono questo universo può essere un primo passo verso la seconda attenzione.
10714552_520630764743603_1499870476466309664_o
***
– brochure  introduttiva ed esplicativa sulla pratica nei seminari e nei gruppi –

*  *  *  *  *  *  *  *

*  *  *  *  *  *  *  *

*  *  *  *  *  *  *  *


Novembre Incontri di Tensegrità

” Un cacciatore di potere osserva tutto.  E tutto gli racconta qualche segreto” 

” Per avere potere si deve vivere con il potere”   (Viaggio a Ixtlan, C. C.)

Sabato 25 ottobre e 8, 15, 22, 29 novembre  h. 16 – 18 presso la Palestra Il Fossolo Bologna

La Tensegrità è  la versione rielaborata di alcuni movimenti chiamati passi magici che furono sviluppati dagli sciamani messicani fin da epoca precolombiana, un gruppo di uomini e donne veggenti che intraprese un viaggio per accrescere la conoscenza espandendo i limiti della percezione umana. Essi scoprirono tutta una vasta serie di posizioni corporee per ripristinare l’energia all’interno della sfera luminosa del corpo energetico, producendo nuovi e inconcepibili stati di benessere e consapevolezza. Carlos Castaneda, Taisha Abelar, Florinda Donner-Grau e  Carol Tiggs, insieme al suo gruppo e agli Istruttori Cleargreen, crearono la Tensegrità. Tutti i passi magici descritti da Castaneda o dagli Istruttori sono efficaci,  risvegliano l’energia dei tendini, il tendere e rilasciare, promuovono una relazione bilanciata tra tensione ed integrità, azione e riposo, ed ogni passo ha uno specifico intento. Praticandoli si ridistribuisce l’energia nella sfera luminosa, si muove il punto di assemblaggio e possiamo percepire nuove informazioni e nuovi sogni, migliorando noi stessi, recuperando la nostra integrità energetica.

Introduzione alla Tensegrità

In questi Incontri verranno praticati i passi magici “La Serie per preparare l’Intento”, “Il Fuoco dal Profondo”, “La ruota del tempo”, “Westwood”, ” I Cancelli”, “Quetzalcoatl”, “Intento Inflessibile”.  Previste eventuali variazioni,  ripasso di altre forme, e pratica dell’agguato. Consigliati abiti comodi, calzettoni o scarpe per la palestra, penna e quaderno. Info Kilian
 

” Mi suggerì di provare a ‘sognare’ quando facevo un sonnellino durante il giorno e scoprire se riuscivo davvero a visualizzare il luogo scelto come era all’ora in cui ‘sognavo’. Se ‘sognavo’ di notte, le mie visioni della località avrebbero dovuto essere notturne. Disse che quello che si esperimenta  ‘sognando’ doveva essere appropriato al momento del giorno in cui si ‘sognava’; altrimenti le visioni che potevano avere non erano ‘sognare’ ma sogni ordinari. Per aiutarti dovresti scegliere un oggetto specifico che appartenga al luogo in cui vuoi andare e concentrare su quell’oggetto la tua attenzione”, riprese. ” Su questa collina qui, per esempio, hai ora uno specifico cespuglio che devi osservare finché non ha un posto nella tua memoria. Per tornare qui sognando devi semplicemente richiamare alla memoria quel cespuglio, o questa roccia su cui siamo a sedere, o qualsiasi altra cosa qui. Viaggiare sognando è più facile quando ci si può concentrare su un luogo di potere, come questo. Forse la tua scuola è per te un luogo di potere. Usala. Metti a fuoco la tua attenzione su qualsiasi oggetto che è là e quindi trovalo sognando“. ” Dallo specifico oggetto che rievochi, devi ritornare alle mani e quindi un altro oggetto e così via”. (Viaggio a Ixtlan, C. C.)


Sabato 27 settembre e 4 ottobre – Incontri Tensegrità

Sabato  27  settembre e 4 ottobre,  h. 16 – 18 presso la Palestra Il Fossolo Bologna,  incontri dedicati all’Intento, e al Silenzio Interiore.

<< Il mondo non si offre a noi direttamente; di mezzo vi è la descrizione del mondo. Propriamente, quindi, noi siamo sempre a un passo di distanza e la nostra esperienza del mondo è sempre un ricordo dell’esperienza. Noi siamo perennemente nell’atto di ricordare l’istante che è appena accaduto, appena trascorso. Noi ricordiamo, ricordiamo, ricordiamo.>>  ( L’isola del Tonal C.C.)   La nostra intera esperienza del mondo è  secondo Don Juan reminiscenza, ovvero ricordare nei termini di ciò che il nostro corpo ha già appreso e memorizzato. La pratica del Silenzio Interiore sospende la reminiscenza e ripristina la nostra percezione diretta dell’essenza dell’Universo, l’energia.

In questi Incontri verranno praticati i passi magici “La Serie per preparare l’Intento”, “I passi Magici per il Silenzio Interiore” (Westwood).  Previste eventuali variazioni,  ripasso di altre forme.  Consigliati abiti comodi, calzettoni o scarpe per la palestra, penna e quaderno.

<< La certezza fisica che il mondo è fatto di oggetti concreti. Io la definisco base sociale perché tutti esercitano un serio e considerevole sforzo per condurci a percepire il mondo così. >>  ( L’Arte di Sognare C.C.)  La reminiscenza collettiva di massa crea il mondo che siamo abituati a percepire come materiale. In tal senso la pratica del Silenzio Interiore fa “crollare il mondo” cioè ci permette di sospendere la descrizione del mondo e accedere alla percezione diretta dell’energia. Praticheremo i Passi Magici condividendo l’Intento degli sciamani messicani che li svilupparono fin da epoca precolombiana  per accrescere la conoscenza espandendo i limiti della percezione umana.   Tutti i passi magici descritti da Castaneda o dagli Istruttori sono efficaci,  risvegliano l’energia dei tendini, il tendere e rilasciare, promuovono una relazione bilanciata tra tensione ed integrità, azione e riposo, ed ogni passo ha uno specifico intento. I passi per l’Intento e per il Silenzio Interiore promuovono la percezione dell’energia come tale, permettendoci di scoprire che la percezione materiale del mondo  è soltanto una forma con cui noi stessi lo interpretiamo.

 

 

auralight

 

 


Sabato 30 agosto – Tensegrità


passi magici di Carlos Castaneda, un metodo di espansione della consapevolezza nella tradizione degli antichi sciamani del Messico

  Sabato 30 agosto 2014

appuntamento alle 16,00 

Entrata Parco Talon Bologna

↓ 

7532028

Entrata Talon tra Via dei Bregoli e Via Panoramica

Condizioni climatiche permettendo praticheremo all’interno del Parco Talon, in caso di pioggia l’incontro verrà sospeso. Mezzo di trasporto autobus N° 20 – direzione Casalecchio – fermata Parco della Chiusa di Casalecchio o anche Parco  Talon. Per chi viene in auto l’entrata è dalla Via Panoramica venendo da Via Porrettana direzione Casalecchio.  L’appuntamento è alle 16.00 all’entrata del Parco, esattamente tra Via dei Bregoli e Via Panoramica, in seguito per la pratica ci sposteremo all’interno di uno dei prati del parco. Abiti a strati e tappetino o altro per sedersi a terra.

La musica dell’infinito – Gruppo di Tensegrità – Bologna  kilian.erthran@gmail.com

Introduzione alla Tensegrità

rook1

…Il bagliore prodotto da uno stato di consapevolezza totale , si vede come uno scoppio di incandescenza in tutto l’uovo luminoso. E’ un’esplosione di luce di una tale portata che i confini del guscio sono diffusi e le emanazioni interne si estendono oltre… Per i veggenti, questo è il momento in cui bruciano dall’interno… E nella piena consapevolezza si fondono con le emanazioni in grande, e scivolano nell’eternità.

– don Juan Matus

Accendere ‘il fuoco dall’interno,’ bruciare con un bagliore di consapevolezza dentro, è il momento in cui tutte le parti comunicanti di noi stessi – la nostra mente, il corpo, le emozioni e lo spirito – si fondono in un solo scoppio luminoso di coesione, spingendoci verso l’infinito. E in preparazione di questo evento culminante, gli antichi cercavano di sperimentare il loro ‘fuoco interno che brucia dentro’ – nella loro passione per la vita durante la passeggiata sulla terra, in tutti gli aspetti della loro vita.

 

 


Domenica 27 luglio – Tensegrità

passi magici di Carlos Castaneda, un metodo di espansione della consapevolezza nella tradizione degli antichi sciamani del Messico

  Domenica 27 luglio 2013

appuntamento alle 16,00 

Entrata Parco Talon Bologna

↓ 

7532028

Entrata Talon tra Via dei Bregoli e Via Panoramica

Condizioni climatiche permettendo praticheremo all’interno del Parco Talon, in caso di pioggia l’incontro verrà sospeso. Mezzo di trasporto autobus N° 20 – direzione Casalecchio – fermata Parco della Chiusa di Casalecchio o anche Parco  Talon. Per chi viene in auto l’entrata è dalla Via Panoramica venendo da Via Porrettana direzione Casalecchio.  L’appuntamento è alle 16.00 all’entrata del Parco, esattamente tra Via dei Bregoli e Via Panoramica, in seguito per la pratica ci sposteremo all’interno di uno dei prati del parco. Abiti a strati e tappetino o altro per sedersi a terra.

La musica dell’infinito – Gruppo di Tensegrità – Bologna  kilian.erthran@gmail.com

Introduzione alla Tensegrità

 

10447027_900416753317323_2941726336884048844_n


18 e 25 Gennaio – Pratica dei Passi Magici di Carlos Castaneda

Sabato  18  e 25 Gennaio,  h. 16 – 18 presso la Palestra Il Fossolo Bologna,  incontri dedicati all’Intento, al corpo energetico ed alla sua sfera di energia.

La ragione più astratta  per cui i passi magici degli stregoni del mio lignaggio sono magici è che mettendoli in pratica il corpo dei praticanti si rende conto che ogni cosa, invece di essere una catena ininterrotta di oggetti che possiedono una certa affinità l’uno con l’altro, è invece una corrente. Tutto nell’universo è un flusso, una corrente. Don Juan  ( C.C. Tensegrità )

I passi magici portano alla consapevolezza che ogni cosa, invece di essere una catena ininterrotta di oggetti è una corrente, un flusso. Siamo abituati a percepire nella vita quotidiana il mondo come qualcosa di scontato che si muove come si muove una catena ininterrotta di esseri con una consistenza materiale che ci sono, esistono, inspiegabilmente, senza connessione, e senza spiegazione. Viviamo immersi in un mondo di materia dove gli oggetti sono una catena ininterrotta che ha o, solo lo scopo di soddisfare le nostre esigenze o, non ha senso alcuno. La pratica dei passi magici ci porta alla consapevolezza non solo che non è così ma anche che sta cambiando il nostro modo di percepire: non siamo circondati da una catena ininterrotta di oggetti in sé inspiegabile o insignificante, possiamo percepire le correnti di energia tra gli esseri  e vedere la loro sfera.

Per gli antichi veggenti del lignaggio di Don Juan nel punto di unione convergono miliardi di campi di energia  in forma di filamenti luminosi che vanno a formare l’interno della nostra sfera di energia e la percezione normale si verifica quando l’Intento, che è energia pura, accende una parte dei filamenti luminosi all’interno del nostro bozzolo o campo elettromagnetico e, nello stesso tempo, illumina una lunga porzione degli stessi filamenti luminosi che si estendono all’infinito fuori del nostro bozzolo.  I passi magici permettono di muovere il punto di unione e accendere altri parti dei filamenti luminosi che convergono all’interno della sfera permettendo di assemblare altre interpretazioni. Ciò che accende questi filamenti è quella forza consapevole di sé stessa che chiamiamo Intento, che permea tutto l’universo e tramite esso siamo in una vivente connessione con tutte le componenti dell’Universo.  Il semplice  praticare i Passi dell’Intento e  chiamarlo ci riconnette all’affilatissimo Intento di quegli antichi sciamani del lignaggio di Don Juan,  ricompattando il praticante in un guerriero viaggiatore.

In questi Incontri verranno praticati i passi magici “La Serie per preparare l’Intento”, “I passi Magici per Sognare” (Westwood), “Affetto per il Corpo Energetico”, e  “La Forma della Sorgente”.  Previste eventuali variazioni,  ripasso di altre forme e pratica del Teatro dell’Infinito. Consigliati abiti comodi, calzettoni o scarpe per la palestra, penna e quaderno.

La Forma della Sorgente ha due parti: una parte di apertura, che dimostra la costruzione della nostra luminosità attorno al corpo fisico e la nostra pratica dei movimenti distintivi di genere caratterizzanti la nostra consapevolezza delle differenze di genere nella vita quotidiana, i movimenti femminili praticati con il palmo della mano aperto e i movimenti maschili praticati con il pugno; una seconda parte, dove abbiamo coperto la nostra prima sfera  con la nostra sfera energetica, dai piedi sino in cima, e siamo entrati in  uno stato di consapevolezza elevata, in cui è possibile sperimentare l’assenza di tratti distintivi tra i generi, e la pratica del movimenti femminili e maschili con lo stesso ritmo  e animo e con lo scintillio delle mani e degli avambracci. In questo modo si può sperimentare la leggerezza e lo stato di non gravità della Seconda Attenzione,  la parte di noi stessi ‘al di là di genere,’ che si muove nell’accresciuta attenzione, ovvero nel mondo del nostro corpo energetico.