Tensegrità Bologna

I Passi Magici di Carlos Castaneda


2 commenti

Domenica 26 Giugno – Tensegrity

passi magici di Carlos Castaneda, un metodo di espansione della consapevolezza nella tradizione degli antichi sciamani del Messico

  Domenica 26 giugno 2016

appuntamento alle 15,30 

Entrata Parco Talon Bologna

↓ 

7532028

Entrata Talon tra Via dei Bregoli e Via Panoramica

 

Condizioni climatiche permettendo praticheremo all’interno del Parco Talon, in caso di pioggia l’incontro verrà sospeso. Mezzo di trasporto autobus N° 20 – direzione Casalecchio – fermata Parco della Chiusa di Casalecchio o anche Parco  Talon. Per chi viene in auto l’entrata è dalla Via Panoramica venendo da Via Porrettana direzione Casalecchio. Attenzione non parcheggiare l’auto in Via Panoramica, i vigili fanno la multa! Parcheggiare invece in Via Francesco Baracca nella parte più interna che si riconnette a   Via Enrico Fermi.

 

L’appuntamento è alle 15.30 all’entrata del Parco, esattamente tra

Via dei Bregoli e Via Panoramica,

in seguito per la pratica ci sposteremo all’interno di uno dei prati del parco. Abiti a strati e tappetino o altro per sedersi a terra.

***
“… Non riuscivo a contare tutti i cinguettii degli uccelli o i ronzii degli insetti, ma ero persuaso di ascoltare ciascun suono separato mentre era prodotto. Insieme creavano l’ordine più straordinario … Era un ordine di suoni con una struttura; vale a dire, ciascun suono si presentava in sequenza. … Dopo un attimo di attento ascolto pensai di aver compreso la raccomandazione di Don Juan di osservare buchi tra i suoni. La struttura dei rumori aveva degli spazi tra i suoni! Per esempio, gli specifici fischi di uccelli erano sincronizzati e presentavano delle pause tra loro, e così era per tutti gli altri suoni che percepivo. Lo stormire delle foglie era come una colla che li fondeva in un ronzio omogeneo. L’aspetto più evidente era che il tempo di ogni suono formava un’unità della struttura complessa dei suoni, quindi gli spazi o pause tra i suoni erano, se prestavo attenzione, buchi di una struttura …”
Don Juan.     –  Una Realtà Separata, Carlos Castaneda
Praticheremo le tecniche dei passi magici,  intentando attraverso il movimento del nostro corpo fisico e di tutti i nostri campi energetici insieme lo stato di silenzio interiore, l’ascolto dei suoni del mondo e la percezione dei buchi nella struttura complessa dei suoni. Potranno essere praticati diversi  passi magici per il silenzio interiore e “Il Passo di Olinda”,  la controparte di Don Juan. Olinda era ed è un essere che viaggia sul suono. Olinda emette un ronzio … zzzzzz…. e questo suono è l’araldo di un essere dell’universo, una falena, il guardiano della seconda attenzione. L’incontro è aperto sia a praticanti esperti sia a nuovi arrivati,  info Kilian
***
 cropped-13342918_1040602382691134_6580329923489487386_n.jpg

Introduzione alla Tensegrità

 

 


Tensegrity – Aprile 2016

Sabato 2 – 9 – 16 -23  aprile  h. 16 – 18 presso la Palestra Il Fossolo Bologna si svolgeranno regolarmente gli incontri di pratica dei passi magici di Carlos Castaneda,  dedicati all’Intento e ad un percorso di risveglio del collegamento con il nostro corpo energetico. Gli incontri sono aperti a tutti, esperti o nuovi praticanti sono tutti benvenuti.

 

quetz1

< Il sognare è una porta per l’infinito … l’arte sofisticata di spostare la percezione dalla sua posizione abituale, per aumentare e allargare le possibilità percettive  >  – Don Juan Matus

Carlos Castaneda descrisse come ridistribuendo la sua attenzione lontano da se stesso, dalla sua importanza personale nella vita quotidiana, gli dette l’energia per fare il viaggio dalla normale consapevolezza nei sogni mentre dormiva, sueno, ad una consapevolezza accresciuta nei sogni notturni, ensueno. Così gli strumenti per sognare – da svegli o dormendo – stanno proprio nelle nostre mani, nella consapevoleza normale, da questa parte del velo che spesso ci separa dalla consapevolezza accresciuta. Tensegrity, con i passi magici, o movimenti, che ci collegano al nostro corpo energetico, con la ricapitolazione o revisione degli eventi della nostra vita dal punto di vista del nostro corpo di energia, affina la nostra attenzione del sognare da svegli e nel sonno. Tutto ciò che dobbiamo fare è praticare e guardare i cambiamenti emergere, potendo avere una vita progettata dal nostro corpo energetico.

quetz2

In questi Incontri potranno essere praticati i passi magici “La Serie per preparare l’Intento”, “Serie Westwood”, “Il Serpente Piumato”, “I Passi delle Donne”, “La Ruota del tempo”. Previste variazioni, ripasso di altre forme, pratica dell’agguato, del rintracciamento dell’energia e ricapitolazione. Gli incontri di gruppo sono interattivi, la chiave è la totale partecipazione. Consigliati abiti comodi, calzettoni o scarpe per la palestra, penna e quaderno. Per ogni informazione Kilian Erthran

Introduzione alla Tensegrità

***

****

****


Tensegrity – Marzo 2016

Sabato 5 – 12 – 19  marzo  h. 16 – 18 presso la Palestra Il Fossolo Bologna si svolgeranno regolarmente gli incontri di pratica dei passi magici di Carlos Castaneda,  dedicati all’Intento e ad un percorso di risveglio del collegamento con il nostro corpo energetico. Gli incontri sono aperti a tutti, esperti o nuovi praticanti sono tutti benvenuti.

< … Quando Don Juan volle chiedermi quali fossero i miei difetti, io mi trovai a bofonchiare, incapace di descrivere quei difetti che mi affliggevano così profondamente. Risolsi la cosa dicendogli che avevo una sensazione di sconfitta che sembrava essere il marchio della mia intera vita. Mi vidi come un campione nel realizzare cose idiote che non mi portavano da nessuna parte.

melancolie

Questa sensazione si esprimeva in dubbi e patimenti, e nella continua necessità di giustificare ogni cosa che facevo. Sapevo di essere debole e indisciplinato in campi che Don Juan considerava essenziali. D’altro canto, ero molto disciplinato in campi che non avevano alcun interesse per lui. Il mio senso di disfatta era la più naturale conseguenza di questa contraddizione. Quando affermavo e riaffermavo i miei dubbi, lui mi faceva notare che l’ossessivo pensare a sé stessi era una delle cose più stancanti che conoscesse.

Pensare solo a se stessi“, mi disse una volta, “provoca una strana fatica; la più opprimente soffocante fatica“.

Col passare degli anni, arrivai a comprendere e ad accettare completamente l’affermazione di Don Juan. La mia conclusione, come pure la conclusione di tutti i suoi discepoli, è che la prima cosa che si deve fare è divenire consapevoli dell’ossessiva preoccupazione per sé stessi. Un’altra delle nostre conclusioni è stata che l’unico modo di avere più energia per allontanarsi da questa preoccupazione, qualcosa che non può essere ottenuto intellettualmente, è attraverso la pratica dei passi magici. Una tale pratica genera energia, e l’energia compie meraviglie.

Se l’esecuzione dei passi magici è accoppiata a ciò che gli stregoni chiamano  ricapitolazione, che è la sistematica osservazione e revisione delle proprie esperienze di vita, le possibilità di ognuno di liberarsi dalle fondamenta dell’auto-riflessione aumentano di molto. >   I lettori dell’Infinito, Carlos Castaneda N. 3, 1996.

 

In questi Incontri potranno essere praticati i passi magici “La Serie per preparare l’Intento”, “Serie Westwood”, “Il Fuoco dal Profondo”, “I Passi delle Donne”, “La Predilezione di Amalia”, “Il Passo di Olinda”.  Previste variazioni,  ripasso di altre forme,  pratica dell’agguato, del rintracciamento dell’energia e ricapitolazione. Gli incontri di gruppo sono interattivi, la chiave è la totale partecipazione. Consigliati abiti comodi, calzettoni o scarpe per la palestra, penna e quaderno. Per ogni informazione Kilian Erthran

 

Introduzione alla Tensegrità

 

***

****

****


Tensegrity – Febbraio 2016

Sabato 6 – 13 – 20 – 27  febbraio  h. 16 – 18 presso la Palestra Il Fossolo Bologna si svolgeranno regolarmente gli incontri di pratica dei passi magici di Carlos Castaneda,  dedicati all’Intento e ad un percorso di risveglio del collegamento con il nostro corpo energetico. Gli incontri sono aperti a tutti, esperti o nuovi praticanti sono tutti benvenuti.

La Tensegrità è la versione rielaborata di alcuni movimenti chiamati passi magici che furono sviluppati dagli sciamani messicani fin da epoca precolombiana, un gruppo di uomini e donne veggenti che intraprese un viaggio per accrescere la conoscenza espandendo i limiti della percezione umana. Essi scoprirono tutta una vasta serie di posizioni corporee per ripristinare l’energia all’interno della sfera luminosa del corpo energetico, producendo nuovi e inconcepibili stati di benessere e consapevolezza.  Praticandoli si ridistribuisce l’energia nella sfera luminosa, si muove il punto di assemblaggio e possiamo percepire nuove informazioni e nuovi sogni, migliorando noi stessi, recuperando la nostra integrità energetica.

Introduzione alla Tensegrità

Praticheremo le tecniche dei passi magici, dell’agguato e del sognare, intentando attraverso il movimento del nostro corpo fisico e di tutti i nostri campi energetici insieme, ciò che dal silenzio maggiormente sogna il nostro cuore. In questi Incontri potranno essere praticati i passi magici “La Serie per preparare l’Intento”, “Serie Westwood”, “Il Fuoco dal Profondo”, “I Passi delle Donne”, “La Predilezione di Amalia”, “Il Passo di Olinda”.  Previste variazioni,  ripasso di altre forme,  pratica dell’agguato, del rintracciamento dell’energia e ricapitolazione. Gli incontri di gruppo sono interattivi, la chiave è la totale partecipazione. Consigliati abiti comodi, calzettoni o scarpe per la palestra, penna e quaderno. Per ogni informazione Kilian Erthran

…Il bagliore prodotto da uno stato di consapevolezza totale , si vede come uno scoppio di incandescenza in tutto l’uovo luminoso. E’ un’esplosione di luce di una tale portata che i confini del guscio sono diffusi e le emanazioni interne si estendono oltre… Per i veggenti, questo è il momento in cui bruciano dall’interno… E nella piena consapevolezza si fondono con le emanazioni in grande, e scivolano nell’eternità.

– don Juan Matus

Accendere ‘il fuoco dall’interno,’ bruciare con un bagliore di consapevolezza dentro, è il momento in cui tutte le parti comunicanti di noi stessi – la nostra mente, il corpo, le emozioni e lo spirito – si fondono in un solo scoppio luminoso di coesione, spingendoci verso l’infinito. E in preparazione di questo evento culminante, gli antichi cercavano di sperimentare il loro ‘fuoco interno che brucia dentro’ – nella loro passione per la vita durante la passeggiata sulla terra, in tutti gli aspetti della loro vita.

 

***

****

****


Incontri di Tensegrità 12 – 19 Dicembre

Sabato 12 e 19 dicembre h. 16 – 18

 Palestra Il Fossolo Bologna

Incontri di pratica dei passi magici di Carlos Castaneda,  dedicati all’Intento e ad un percorso di risveglio del collegamento con il nostro corpo energetico. Gli incontri sono aperti a tutti, esperti o nuovi praticanti sono tutti benvenuti.

IMG_20151109_111313

Al solstizio invernale, anche chiamato in epoca greca “Porta degli Dei”, poiché inizia la fase discendente del sole e si entra nel regno del soprannaturale o divino,  come in tutti i momenti di passaggio è possibile intentare dei cambiamenti radicali, quei cambiamenti che vogliamo portare nella nostra vita. Scegliendo di incanalare le nostre energie verso gli obbiettivi che maggiormente ci stanno a cuore, piuttosto che lasciare le cose al caso. Praticheremo le tecniche dei passi magici, dell’agguato e del sognare  intentando attraverso il movimento del nostro corpo fisico e di tutti i nostri campi energetici insieme, il cambiamento che dal silenzio interiore maggiormente sogna il nostro cuore. Contatteremo la nostra parte luminosa,  il nostro veggente interiore che può allontanarci dalle tenebre dell’illusione, illuminarci dall’interno e condurci ad acquisire maggiore purezza, saggezza e conoscenza.

In questi due Incontri verranno praticati i passi magici “La Serie per preparare l’Intento” e “Il Ciclo di Mappatura, Mappare il Corpo Energetico”, previste eventuali variazioni e ripasso di altre forme. Gli incontri di gruppo sono interattivi, la chiave è la totale partecipazione. Consigliati abiti comodi, calzettoni o scarpe per la palestra, penna e quaderno. Per ogni informazione Kilian Erthran

IMG-20151110-WA0008

 

***

La mia collega e sorella energetica Renata Murez racconta una meravigliosa storia su Carlos che ha descritto come questi due principi lavorino insieme. Una volta che erano seduti insieme in un bar lei gli fece una domanda: ‘Come scegli le cose da fare o dove andare?’ Carlos allora tese la sua mano sinistra e, con l’indice destro, indicò il centro del palmo: “Qui è dove comincio, proprio qui, nel centro… poi mi guardo intorno, e che vedo? Scelte, molte scelte, ognuna rappresentata da una delle mie cinque dita.”
“E per fare una scelta, ogni scelta, mi incammino lungo il percorso di tale scelta; per esempio, se voglio guardare la scelta rappresentata dal mio dito mignolo, mi incammino su questa strada, cercando informazioni, conversando, sentendo come vivere quel percorso per tutto il tempo, muovendomi dalla base fino alla punta del mio dito mignolo. Se lungo la strada sento un nervosismo nella pancia, o della diffidenza nella situazione intorno a me, mi ritiro da quel percorso; e di nuovo ritorno verso il centro del mio palmo. Poi provo ancora, con un’altra scelta, come quella rappresentata da mio dito anulare. E se sento solida questa scelta, con il ‘finale aperto’ e piena di energia, allora è questo il percorso che scelgo.

Tutta la mia mano – il palmo e tutte le dita – può essere il mio destino, un contesto datomi dallo Spirito, per il solo fatto di essere disponibile. Ma ho scelto il mio destino. Decido di percorrere un percorso, una delle mie dita, non tutte, e questo è il mio destino. Il destino viene dal fato – il fato mi ha portato ad incontrare don Juan – ma quello che ne faccio è il mio destino. Lo faccio con la massima cura, gli do la mia massima attenzione, tenendo lo Spirito vicino a me mentre cammino verso il mio destino ”.

Nyei – tratto da IL DESTINO E’ NELLE TUE MANI

****

****


INTRODUZIONE AL PROSSIMO SEMINARIO DI TENSEGRITY® & THEATER OF INFINITY® – PAESTUM (SA)


rose

UNA GIORNATA DI PRATICA

SULLA TENSEGRITY® DI CARLOS CASTANEDA

A BOLOGNA

il 26 SETTEMBRE dalle 10,30 alle 18

Palestra IL FOSSOLO – VIA PABLO NERUDA, 8

LA PRATICA  E’ D’INTRODUZIONE AL PROSSIMO  SEMINARIO DI TENSEGRITY® & THEATER OF INFINITY® IN ITALIA, A PAESTUM (SA) – 6, 7 & 8 NOVEMBRE 2015

SALTARE NELL’ABISSO: NASCENDO AL NOSTRO DESTINO

http://www.cleargreen.com/it/workshops/2015-italy

CON CONFERENZA INTRODUTTIVA DELL’ANTROPOLOGA MARIA CAPALDI

tuffatoreMi hanno già conferito il potere che regge il mio il mio destino,

ed io nulla stringo, così non avrò nulla da difendere.

Non ho pensieri così potrò vedere.

Non temo nulla, così ricorderò me stesso.

Distaccato e sereno, sfreccerò oltre l’Aquila, verso la Libertà.”

C. Castaneda: Il dono dell’Aquila

Tensegrity® è l’espressione contemporanea di un’antica tradizione messicana per l’espansione della consapevolezza umana messa a punto dal Nagual Carlos Castaneda, e ci sono moltissime persone disseminate su tutto il pianeta che attualmente praticano questa disciplina.

Secondo la cognizione degli antichi sciamani del Messico tutto ciò che esiste nell’universo è duplice, nel senso che ha un doppio  gemello, noi compresi. Quando i ‘veggenti’ ‘vedono’ l’energia di un essere umano, possono ‘vedere’ che egli ha un corpo energetico accanto al corpo fisico, o doppio. Diventare consapevoli dell’esistenza del doppio  e riavvicinarlo al corpo fisico crea un senso di infinito benessere. E’ quel benessere che abbiamo conosciuto alla nascita, quando eravamo tutt’uno con il nostro doppio  e che ricerchiamo per tutta la vita, senza mai raggiungerlo… e questo, spesso ci crea un forte senso di disagio che non sappiamo spiegare…

Attraverso la pratica dei principali strumenti di Tensegrity®: Magical Passes® (Passi Magici)Silenzio Interiore, Arte del Sognare, Arte dell’Agguato, e soprattutto con la Ricapitolazione  e il Theater of Infinity® (Teatro dell’Infinito), possiamo tornare a riavvicinarci al nostro doppio energetico e a sperimentare l’espansione della consapevolezza che questo comporta.

La nostra parte energetica, che è per noi la più importante, ci è praticamente sconosciuta e riavvicinarsi ad essa, per noi equivale ad un vero e proprio salto nell’ignoto, un salto che però è anche un salto verso la nostra vera essenza, verso la conoscenza, verso il compimento del nostro vero destino…

INFORMAZIONI PRATICHE:

Quando: il 26 settembre dalle 10,30 alle 18

– Dove: a Bologna, in Via Neruda, 8

– Cosa portare per la Pratica: un tappetino, un quaderno e una penna, abiti comodi e delle scarpe da ginnastica pulite, di ricambio per entrare nella sala della pratica.

– Contributo per la Pratica: € 20

20 settembre:  per favore comunicateci le vostre adesioni entro questa data, la pratica è aperta a tutti esperti e nuovi praticanti.

– Come arrivare al luogo della Pratica:

* dalla città: autobus 25 fermata Centro Commercial IL FOSSOLO

* per chi viene da fuori Bologna:

– in treno: autobus 25 dalla Stazione Centrale

– in macchina: dalla Tangenziale Nord  direzione Ancona/San Lazzaro di Savena prendi lo svincolo per Castenaso/Ravenna uscita 11bis, alla rotonda prendi la 2ª uscita per viale Ilic Uljanov Lenin, viale  Abramo Lincoln, parcheggiare in via Pablo Neruda. 

rosagiallaLa Conferenza sarà tenuta dall’antropologa Maria Capaldi che ha partecipato a numerosi Workshop sulla Tensegrity® di Carlos Castaneda e pratica questa disciplina da molti anni; è responsabile del Gruppo di Pratica di Roma, è Facilitatrice di Tensegrity® con il nome di Zoì Kainosis, ed è organizzatrice degli Eventi di Tensegrity® in Italia. E’ autrice di vari articoli e di un saggio antropologico dal titolo: ‘Oltre i limiti del corpo: il sogno del Nagual e il corpo energetico nell’esperienza di Carlos Castaneda’, edito dal Punto d’Incontro. Ha tenuto diverse conferenze nelle principali città italiane e rilasciato numerose interviste su questo argomento.  La Pratica sarà condotta da entrambe le Facilitatrici Cleargreen Kilian Erthran e Zoì Kainosis.   Kilian Erthran vive a Bologna ed è Facilitatrice di Tensegrity®. Ha sviluppato sin da adolescente un interesse per la matematica evolutosi in una passione per la logica e le forme più astratte di computazione simbolica. Ha conseguito un Dottorato di ricerca con ricerche di Logica e Deduzione Automatica di Teoremi in Intelligenza Artificiale. Nel 2000 alcuni racconti nel libro di Taisha Abelar la convinsero a mettere in atto la ricapitolazione il più vicino possibile alla descrizione del libro stesso. Dopo pochi giorni si ritrovò ad attraversare il primo cancello del sognare, iniziando un percorso esplorativo tutt’oggi attivo. Nel Novembre dello stesso anno ha frequentato il suo primo workshop di Tensegrity® a Berlino. Ha continuato a praticare e partecipare a gruppi di pratica locali di Tensegrity® sino ad operare come rappresentante del gruppo di pratica di Bologna dal 2011,  e completare in seguito la formazione come Facilitatrice. 

Carlos Castaneda è stato un antropologo-sciamano che ha pubblicato dodici libri, in questi libri, che sono stati pubblicati e tradotti in tutto il mondo, ha descritto i mezzi e le metodologie utilizzate dagli sciamani dell’antico Messico per rompere le barriere della percezione, il che implica che la consapevolezza ordinaria può essere ampliata senza limiti, fino alla totale libertà di percezione. Carlos Castaneda è stato allievo del Nagual don Juan Matus, uno sciamano yaqui di Sonora, Arizona-Mexico. Don Juan era il leader e l’erede della conoscenza di un lignaggio antico di diecimila anni che era costituito da uomini e donne veggenti, tale conoscenza era un efficace e potente medoto di espansione della consapevolezza umana.

Allo stesso modo di don Juan Matus, Carlos Castaneda era anche lui un Nagual, un essere con una particolare conformazione energetica che ne fa un leader, una guida in grado di portare grandi cambiamenti all’interno della tradizione. Infatti, nei primi anni ’90 a Los Angeles, Carlos Castaneda ha fondato Cleargreen, un centro per l’evoluzione della consapevolezza con lo scopo di divulgare al pubblico la conoscenza del Messico antico in una forma pratica e contemporanea, fruibile dall’uomo moderno, che ha chiamato Tensegrity®.

Tensegrity® è stata insegnata in tutto il mondo attraverso Seminari e dvd sponsorizzati dallo stesso C. Castaneda e dalle sue compagne: Carol Tiggs, Florinda Donner Grau e Taisha Abelar. Ed attualmente viene ancora insegnata con la supervisione di Carol Tiggs (che è la controparte energetica femminile di Carlos Castaneda: la sua Donna Nagual) dalle sue allieve dirette: Renata Murez e Nyei Murez. Viene anche insegnata nei vari paesi dagli Istruttori Associati e dai Facilitatori di Tensegrity®, che sono guidati, formati ed autorizzati da Cleargreen.

Che cos’è Tensegrity®?

Tensegrity® è l’espressione contemporanea di un’antica conoscenza sciamanica messicana basata sulla libertà di percezione che utilizza metodologie ben precise per raggiungere dei fini pratici.

Si tratta fondamentalmente dei Magical Passes® (Passi Magici), delle Arti dell’Agguato e del Sognare.

I Passi Magici sono movimenti, posizioni del corpo e respirazioni, scoperti dai veggenti del lignaggio del Nagual don Juan Matus in stati di consapevolezza espansa chiamati sognare. La pratica dei Passi Magici nella vita quotidiana aiuta a riavvicinarci al nostro Corpo Energetico e a ripristinare il benessere sia fisico che energetico.

L’Arte dell’Agguato consiste in una serie di accorgimenti da applicare nella vita quotidiana per evitare di continuare a disperdere energia. Secondo i veggenti del Messico antico tutti noi nasciamo con un tot di energia e purtroppo, durante la vita, facciamo di tutto per consumarla fino a morire senza averne più neanche un briciolo. Per evitare questo deterioramento, gli sciamani di questa tradizione si adoperavano al fine di risparmiare e recuperare la propria energia soprattutto attraverso l’abbandono dell’importanza personale, l’eliminazione delle abitudini e la cancellazione della storia personale. Tutto questo può essere fatto soprattutto attraverso la Ricapitolazione, ossia una tecnica che ci permette di rivedere le nostre esperienze di vita, le nostre convinzioni e i nostri modi di agire.

Ma anche praticando il Theater of Infinity® (Teatro dell’Infinito), che ha le proprie radici nei movimenti fisici ed energetici che ebbero origine nel lignaggio di don Juan migliaia di anni fa, sequenze di movimenti con le quali si richiama la consapevolezza di altre forme di vita. In queste sequenze, si esce per un momento dalla prospettiva umana per dare uno sguardo alla consapevolezza di queste altre creature. Ottenendo in questo modo anche un punto di vista più ampio sulla forma umana e su se stessi. Questa capacità naturale di ‘mutare percezione’, apparteneva un tempo ai nostri primi antenati umani. L’identità umana non era così separata da altre forme di vita. L’uomo antico percepiva il suo mondo come una rete interconnessa di cui si sentiva parte inseparabile, ma alla fine prevalse la ‘separatezza’ ed un’identificazione del ‘sé’ distinto da altri esseri senzienti. Così i veggenti sciamani, volendo toccare nuovamente il potere del mondo interconnesso (un mondo che ancora oggi risiede nei nostri geni), praticarono serie di movimenti che davano loro la possibilità di ritornare a quello stato d’interconnessione.

Oggi si praticano versioni moderne di queste serie, che producono un effetto simile – quello di abbassare le difese, per così dire, della nostra unica identità, il nostro unico modo di essere o rispondere al mondo, rendendoci più fluidi e capaci di percepire ed operare con maggiori possibilità funzionali.

E questo è l’intento del Teatro dell’Infinito come lo conosciamo oggi. Esso ci permette di provare ad indossare altre maschere sociali, ad adottare i soliti ruoli, o le maschere sociali che indossiamo ogni giorno. Ma ci permette anche di “recitare” tali ruoli ancora una volta, cambiando il nostro intento, diverso da quello che avevamo prima. Facendo questo, la nostra consapevolezza cresce e possiamo imparare che noi stessi, come individui, siamo una molteplicità; così come lo è l’Infinito, e troviamo allora meno importante lottare per difendere il nostro consueto singolo ruolo. (brano tratto da un’intervista a Nyei Murez e Renata Murez).

Il Sognare è l’arte di essere presenti: possiamo essere davvero presenti a noi stessi solo se siamo connessi con il nostro veggente interiore, che è collegato all’intelligenza dell’Infinito. E siamo connessi al nostro veggente interiore quando riusciamo a mantenere il nostro Silenzio interiore facendo delle pause nell’arco della giornata per capire dov’è davvero la nostra attenzione. Esercitare l’attenzione per capire consapevolmente dov’è siamo, cosa stiamo facendo e dove vogliamo andare, rafforza la nostra attenzione del sogno, sia quando siamo svegli che quando dormiamo.

Con la pratica di queste tecniche, il praticante è guidato dalla premessa che: ‘L’affetto è la più alta forma di intelligenza’. Affetto verso sé stessi, affetto per gli altri, affetto per la straordinaria bellezza di questo mondo. L’affetto per questo momento.” www.cleargreen.com

rossaroaa

INFO:
Kilian 339 1472393
https://kilianarthran.wordpress.com/
https://it-it.facebook.com/TensegrityItalia
kilian.erthran@gmail.com

Zoì 338 9163832
https://www.tensegrity-italia.com
https://www.facebook.com/berenicedreamers.tensegrityroma
zoi.kainosis@gmail.com

 


LOCANDINA INCONTRO

 


Domenica 23 Agosto – Tensegrità

passi magici di Carlos Castaneda, un metodo di espansione della consapevolezza nella tradizione degli antichi sciamani del Messico

  Domenica 23 agosto 2015

appuntamento alle 16,00 

Entrata Parco Talon Bologna

↓ 

7532028

Entrata Talon tra Via dei Bregoli e Via Panoramica

 

Condizioni climatiche permettendo praticheremo all’interno del Parco Talon, in caso di pioggia l’incontro verrà sospeso. Mezzo di trasporto autobus N° 20 – direzione Casalecchio – fermata Parco della Chiusa di Casalecchio o anche Parco  Talon. Per chi viene in auto l’entrata è dalla Via Panoramica venendo da Via Porrettana direzione Casalecchio. Attenzione non parcheggiare l’auto in Via Panoramica, i vigili fanno la multa! Parcheggiare invece in Via Francesco Baracca nella parte più interna che si riconnette a   Via Enrico Fermi.

nostalgica

L’appuntamento è alle 16.00 all’entrata del Parco, esattamente tra Via dei Bregoli e Via Panoramica, in seguito per la pratica ci sposteremo all’interno di uno dei prati del parco. Abiti a strati e tappetino o altro per sedersi a terra. Praticheremo le tecniche dei passi magici,  intentando attraverso il movimento del nostro corpo fisico e di tutti i nostri campi energetici insieme, ciò che il nostro veggente interno dal silenzio interiore maggiormente sogna. Faremo una rivisitazione dei Passi Magici appresi durante l’inverno,  potranno essere praticati i passi magici “La Serie per preparare l’Intento”, “La Ruota del Tempo” e “Il Fuoco dal Profondo”, previste eventuali variazioni e o ripasso di altre forme. L’incontro è aperto sia a praticanti esperti sia a nuovi arrivati,  info Kilian

***
“Poiché tutti noi siamo pieni fino all’orlo con le incombenze della vita quotidiana, ci resta ben poco spazio per la memoria cinetica. Può darsi che tu ti sia già accorto di non possederne. Quando vuoi imitare i miei movimenti, non puoi restare di fronte a me, ma devi metterti a fianco, in modo da stabilire nel tuo stesso corpo che cos’è la destra e cos’è la sinistra. se ti venisse presentata una lunga sequenza di movimenti, avresti bisogno di ripeterli per settimane intere al fine di ricordarli tutti. Mentre cerchi di memorizzarli, devi fare spazio per loro nella tua memoria cacciando fuori altre cose. Questo è l’effetto che volevano ottenere gli antichi stregoni.” Don Juan.     –  Tensegrità, Carlos Castaneda
***

Introduzione alla Tensegrità

 

 


Domenica 21 giugno – Tensegrità

passi magici di Carlos Castaneda, un metodo di espansione della consapevolezza nella tradizione degli antichi sciamani del Messico

  Domenica 21 giugno 2015

appuntamento alle 16,00 

Entrata Parco Talon Bologna

↓ 

7532028

Entrata Talon tra Via dei Bregoli e Via Panoramica

Condizioni climatiche permettendo praticheremo all’interno del Parco Talon, in caso di pioggia l’incontro verrà sospeso. Mezzo di trasporto autobus N° 20 – direzione Casalecchio – fermata Parco della Chiusa di Casalecchio o anche Parco  Talon. Per chi viene in auto l’entrata è dalla Via Panoramica venendo da Via Porrettana direzione Casalecchio.  L’appuntamento è alle 16.00 all’entrata del Parco, esattamente tra Via dei Bregoli e Via Panoramica, in seguito per la pratica ci sposteremo all’interno di uno dei prati del parco. Abiti a strati e tappetino o altro per sedersi a terra.

Nel giorno del solstizio, come in tutti i momenti di passaggio è possibile intentare dei cambiamenti radicali, quei cambiamenti che vogliamo portare nella nostra vita. Scegliendo di incanalare le nostre energie verso gli obbiettivi che maggiormente ci stanno a cuore, piuttosto che lasciare le cose al caso. Praticheremo le tecniche  dei passi magici,  intentando attraverso il movimento del nostro corpo fisico e di tutti i nostri campi energetici insieme, il cambiamento che dal silenzio maggiormente sogna il nostro cuore. Faremo una rivisitazione dei Passi Magici appresi durante l’inverno,  potranno essere praticati i passi magici “La Serie per preparare l’Intento”, “I Passi delle Donne”, “La Predilezione di Amalia” e “La Ruota del Tempo”, previste eventuali variazioni o  ripasso di altre forme. Info Kilian
***

Introduzione alla Tensegrità

 

soffioenergia