Tensegrità Bologna

I Passi Magici di Carlos Castaneda


Tensegrity Women – Trento

Lo Sciamanesimo Tolteco di Carlos Castaneda

Incontro di pratica dei Passi Magici per le donne

Tensegrity Women

 Domenica 27 gennaio 2019 

h 10,00 – 17,00

Presso Tenda Rossa Via dell’Androna 1
CADINE – TRENTO

 

“Le donne lo sanno ” o “le donne lo sanno per istinto”, abbiamo sentito spesso queste parole, ma come donne non sempre sappiamo o non ricordiamo veramente come vivere al meglio queste nostre doti naturali. Le forme di socializzazione in cui le donne sono immerse e le conseguenti definizioni dei ruoli, il sentirsi di importanza secondaria e il delegare le più importanti decisioni della vita all’essere maschile, mantengono le donne in uno stato di mancato riconoscimento delle potenzialità del loro essere femminile. Nella tradizione di Don Juan, maestro di Carlos Castaneda, le donne hanno un accesso diretto alla conoscenza grazie al loro Utero, una matrice che non ha soltanto lo scopo del concepire nuova vita, ma ha anche una funzione secondaria: sognare e percepire direttamente l’energia. Le veggenti del lignaggio di Don Juan ci hanno tramandato alcune tecniche che permettono alle donne di recuperare completamente la loro energia femminile e riattivare la funzione secondaria dell’Utero. In questo Incontro, praticheremo i Passi Magici della Serie dell’Utero per ricaricarlo di energia, e riattivare la sua funzione percettiva ed evolutiva. Grazie alle tecniche della Ricapitolazione e del Teatro dell’Infinito faremo un riesame dei nostri ruoli inconsci, ed espanderemo la nostra percezione al di là di essi. Potremo così accrescere la nostra consapevolezza, ritrovare fiducia in noi stesse, riattivare la sognatrice naturale in ognuna di noi e costruire su basi diverse le nostre interazioni attuali e future. 

Questa Pratica è riservata e dedicata a tutte le donne.
Ma è vivamente sconsigliata alle donne incinte.

Per informazioni su luogo, organizzazione e prenotazione contattare
Angela: 349 8500468 angela.chiavassa.psy@gmail.com

OCCORRENTEPortare un tappetino, quaderno e penna, e un cibo da condividere. Consigliati: una partecipazione attiva alla pratica interattiva di gruppo, abiti comodi. 

La PRATICA sarà condotta dalla Facilitatrice di Tensegrity® Kilian Erthran.
Per informazioni sulla Pratica contattare:

Kilian: 339 1472393 – kilian.erthran@gmail.com

* * * Siete tutte benvenute… * * *

  Info  Kilian Erthran

LOCANDINA

Evento Facebook

Le Inseguitrici dell’Energia

Introduzione alla Tensegrità  

 

 

La TENSEGRITA’ di CARLOS CASTANEDA:

La Tensegrità è la versione rielaborata di alcuni movimenti chiamati passi magici che furono sviluppati dagli sciamani messicani fin da epoca precolombiana, un gruppo di uomini e donne veggenti che intraprese un viaggio per accrescere la conoscenza espandendo i limiti della percezione umana. Essi scoprirono tutta una vasta serie di posizioni corporee per ripristinare l’energia all’interno della sfera luminosa del corpo energetico, producendo nuovi e inconcepibili stati di benessere e consapevolezza. Carlos Castaneda, Taisha Abelar, Florinda Donner-Grau, e Carol Tiggs, insieme al suo gruppo e agli Istruttori di Cleargreen, crearono la Tensegrità. Una struttura energetica, sobria, fluida e dinamica, che racchiude ogni insegnamento ricevuto e si espande in ogni direzione. Non c’è più un lignaggio di un gruppo di guerrieri, ma moltissime e svariate persone, guerrieri navigatori di questa era moderna che continuano il viaggio verso la consapevolezza. Tutti i passi magici sono efficaci, risvegliano l’energia dei tendini, il tendere e rilasciare, l’azione e l’abbandono, tensione ed integrità, ed ogni passo o forma ha uno specifico intento. Praticandoli si ridistribuisce l’energia nella sfera luminosa, si muove il punto di assemblaggio e possiamo percepire nuove informazioni e nuovi sogni, entrare nella seconda attenzione, migliorando noi stessi. I passi magici portano alla consapevolezza che ogni cosa, invece di essere una catena ininterrotta di oggetti è una corrente, un flusso. Siamo abituati a percepire nella vita quotidiana il mondo come qualcosa di scontato che si muove come si muove una catena ininterrotta di esseri con una consistenza materiale che ci sono, esistono, inspiegabilmente, senza connessione, e senza spiegazione. Viviamo immersi in un mondo di materia dove gli oggetti sono una catena ininterrotta che ha o, solo lo scopo di soddisfare le nostre esigenze o, non ha senso alcuno. La pratica dei passi magici ci porta alla consapevolezza non solo che non è così ma anche che sta cambiando il nostro modo di percepire. Non siamo circondati da una catena ininterrotta di oggetti in sè inspiegabile o insignificante. Questa percezione di un flusso o armonia tra gli esseri che compongono questo universo può essere un primo passo verso la seconda attenzione. Gli strumenti chiave della pratica di Tensegrità sono:

  • I Passi Magici: la versione moderna di movimenti e posizioni del corpo e respirazioni, scoperti dai veggenti del Messico antico in stati di consapevolezza chiamati sognare, che aiutano a sintonizzare il proprio corpo energetico; ed a ripristinare un sano flusso fisico ed energetico nel proprio essere.
  • Ricapitolazione: rivedere le proprie esperienze di vita con il supporto dell’attenzione e del respiro. Questo viene fatto per recuperare l’energia vitale lasciata nelle proprie interazioni e per assumersi la responsabilità della propria vita senza giudicare.
  • Il Teatro dell’Infinito: è strettamente legato ai Passi Magici, in particolare a quelli che evocano la consapevolezza di altre forme di vita. Nel ‘Teatro’ inteso come una pratica di consapevolezza, mettiamo in atto scene della nostra vita. Questa coscienza dà maggiore contesto alla nostra esperienza umana, ed aiuta a rompere la certezza e il giudizio sui ruoli che abbiamo assunto nella vita; ci aiuta a vedere e a liberarci anche di quei ruoli che potremmo aver preso da altri, portandoci una più profonda empatia ed una maggiore libertà di scelta.
  • l’Arte di Sognare è l’arte di essere presenti: è l’arte di riconoscere nuove possibilità e di lavorare con il proprio veggente interiore ― la nostra bussola interiore, che è collegata all’intelligenza dell’infinito.il Silenzio interiore è una pratica quotidiana in cui facciamo una pausa… ci sediamo o ci sdraiamo per ascoltare il nostro veggente interiore.

Nella pratica di queste tecniche siamo guidati dalla premessa che ‘L’Affetto è la forma più alta di intelligenza‘. Affetto verso sé stessi, per gli altri, per la straordinaria bellezza di questo mondo. L’affetto per questo momento.”

NOTA IMPORTANTE: alcuni “Passi Magici” comportano dei movimenti che coinvolgono tutto il corpo. Segnalare prima della pratica se ci sono impedimenti, disfunzioni o parti del corpo dolorose e soggette a qualsiasi forma di terapia.

 

https://tensegritybologna.blog

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.